INCONTRI Sf

OHANA, il luogo dove nessuno viene dimenticato

Paola di Carlo
scritto da Paola di Carlo

Succede a volte che nella nostra vita si inneschi una rivoluzione, improvvisa e inesorabile, alla quale tentiamo di opporci con tutte le forze fino a quando siamo costretti ad accettare l’inevitabile e a fare in modo, per quanto possibile, che non devasti del tutto la nostra esistenza.”

È un messaggio di forza, di serenità e di speranza quello che è venuto a testimoniarci Lucio Gallosocio e amico Smallfamilies, è un musicoperapeuta e autore di vari libri “4-OHANA Il luogo dove nessuno viene dimenticato“, dal quale è stato tratto uno spettacolo teatrale riadattato per noi di Smallfamilies giovedì 27 aprile, nel quadro del Ciclo di incontri sulla famiglia che cambia, e presentato alla Casa dei Diritti del Comune di Milano.

Si è trattato di un Reading teatrale di uno stralcio dello spettacolo tratto dall’omonimo libro di Lucio Gallo, accompagnato dalla musica dello stesso autore e seguito da un interessante dibattito con il pubblico, con la partecipazione di Carla Di Quinzio di Philo Pratiche Filosofiche.

La messa in scena ha visto cimentarsi due bravissimi attore: Beatrice Marzorati e Davide Scaccianoce di “Equivochi”, che magistralmente hanno saputo interpretare e trasmetterci la storia di Lucio, giovane professionista, marito e padre con una vita serena e tranquilla, come tante, finchè  un giorno, a Sonia, sua moglie, viene diagnosticata una malattia incurabile, male che la porterà via dopo pochi mesi.

Lucio Gallo racconta nel suo libro e poi nel suo spettacolo del suo viaggio di riappacificazione con l’Universo e ci testimonia che nell’Ohana, la famiglia intesa come il luogo degli affetti più profondi e più veri, “nessuno viene dimenticato” e, per questo, nessuno muore.

Seppure basato su una storia di sofferenza, Ohana è uno spettacolo coinvolgente e rasserenante, portato avanti dall’autore e dagli attori con leggerezza e grazia.

La stessa grazia che ha Lucio Gallo nel raccontare il suo personale percorso di elaborazione del dolore senza voler insegnare nulla ma semplicemente condividendo il suo  viaggio difficile ma di successo per testimoniare di come ognuno, ovviamente attraverso il proprio percorso, possa giungere a riconsiderare ogni cosa sotto una nuova prospettiva e a dare un senso nuovo alla propria esistenza.

La risposta del pubblico è stata di un coinvolgimento spontaneo e ricco di domande, interventi, testimonianze, il che ha concorso a rendere la serata emozionante,  in equilibrio fra il dolore  e la serenità.

 

 


 “4-OHANA il Luogo dove nessuno viene dimenticato
tradotto in Inglese, Spagnolo e Russo edito da CoreBook (in versione digitale)

 

 

 

 

autore

Paola di Carlo

Paola di Carlo

Architetta e madre di due bambini, per il sito Smallfamilies® scrivo post riguardo viaggi, tempo libero, servizi e iniziative utili.

lascia un commento