Libri Film Arte Video MAGAZINE

Quello che non ti ho mai detto

Raethia Corsini
scritto da Raethia Corsini

Ci sono libri che ti lasciano un solco dentro. Anche se ciò che raccontano è noto. O forse proprio per questo. Celeste Ng, con l’approccio profondamente sensoriale della cultura asiatica unito ad una scrittura cristallina, precisa, contemporanea molto occidentale, con il suo romanzo d’esordio Quello che non ti ho mai detto, tocca corde universali acchiappando i lettori e le lettrici dalla prima frase: “Lydia è morta. Ma questo ancora non lo sa nessuno. 3 maggio 1977, sei e mezza del mattino, nessuno sa nulla se non una semplice cosa: Lydia è in ritardo per la colazione”.

È un romanzo che sonda i differenti significati della “diversità”: subita, cercata, desiderata, odiata, nascosta, svelata. È un romanzo che racconta una saga famigliare e un pezzo di storia (tra gli anni Cinquanta e Settanta) ancora così vicina da sembrare “oggi”. È un romanzo che racconta le relazioni, soprattutto tra genitori e figli e tra fratelli e sorelle: aspettative, disamore o eccesso di amore, empatia o distrazione, ostinazione, frustrazione, speranze. La vita “normale” di una famiglia “quasi normale”.

Che Quello che non ti ho mai detto, sia un esordio di successo lo dicono i numeri e le critiche: 150mila copie vendute negli Stati Uniti, tradotto in 16 lingue, eletto libro dell’anno dalla New York Times Review of Book, dall’Huffington Post, da Time Out New York e soprattutto ha battuto Stephen King nella classifica di gradimento di Amazon. Questo per limitarci alla matematica. Il suo successo sta nel talento della scrittrice, di origini asiatiche ma americana, capace di svelare lentamente in una trama che pare un giallo, le radici di una tragedia famigliare che affondano nell’identità, su quello che vorremmo essere e quello che gli altri, comprese le persone che ci vogliono bene, immaginano che siamo, o vorrebbero che fossimo. Il successo sta nell’universalità di ciò che ha messo a sfrigolare sulle pagine, usando un tono lieve, amorevole verso ogni personaggio, ma offrendo una visione implacabile sull’umano bisogno di trovare noi stessi. Lettura per adulti (over 25) meglio se genitori (biologici, adottivi, terzi, temporanei…) pronti a lasciarsi “svelare”, a fare i conti con le proprie aspettative, frustrazioni, desideri.

Cover-del-libro-Quello-che-non-ti-ho-mai-detto_image_ini_620x465_downonly

Titolo: Quello che non ti ho mai detto, 272 pagg

Autrice: Celeste Ng

Editore: Bollati-Boringhieri

Uscita: 27 agosto 2015

autore

Raethia Corsini

Raethia Corsini

Giornalista, autrice, consulente di comunicazione. Figlia di smallfamily, sposata, childfree ma con un numero imprecisato di "figli che mi adottano" e zia di due bimbe bionde alle prese con due genitori separati, per Smallfamilies® sono responsabile di linea e contenuti editoriali del sito, referente per la stampa e sono curatrice, insieme con Laura Lombardi, del progetto editoriale smALLbooks.

lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi