Policy

Avvocati e genitori unici: un aiuto economico per famiglie monogenitoriali dalla Cassa forense

scritto da Paola di Carlo

La Cassa Forense ha emanato un bando per l’assegnazione di contributi per le famiglie monogenitoriali, la somma stanziata dalla Cassa Forense è di 500.000,00 euro e i destinatari sono solo gli Avvocati e i Praticanti avvocati che, alla data della sua pubblicazione, siano iscritti alla Cassa o con procedimento di iscrizione alla Cassa in corso e siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere nucleo monogenitoriale, ovvero famiglia a genitore unico, nello specifico:

– genitore vedovo;

– genitore single con figlio non riconosciuto dall’altro genitore;

– genitore single con figlio adottato;

– genitore single separato/divorziato con figlio per il quale nessun obbligo di mantenimento è stato posto a carico dell’altro genitore;

b) avere, alla data di presentazione della domanda, nello stato di famiglia almeno un figlio di età inferiore a 26 anni, a proprio totale ed esclusivo carico economico, nei cui confronti non vi sia obbligo altrui di mantenimento;

c) essere in regola, alla data di pubblicazione del bando, con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa

Il contributo alle famiglie assegnatarie sarà erogato in unica soluzione € 1.000,00 per ciascun figlio.

Per quanti abbiano già beneficiato del contributo dalle Cassa forense negli anni 2019 e/o 2020, il contributo viene ridotto del 50%.

I contributi sono erogati, fino ad esaurimento dell’importo complessivo previsto dal bando, secondo una graduatoria formata in ordine crescente dei valori ISEE. In caso di parità dei valori ISEE la precedenza è determinata dal maggior numero dei figli.

 

La domanda per l’assegnazione del contributo sottoscritta dal richiedente deve essere inviata entro le ore 24,00 del 31 marzo 2022 esclusivamente tramite l’apposita procedura on-line attivata sul sito internet della Cassa www.cassaforense.it.

I documenti da allegare alla domanda sono:

1) certificato stato di famiglia, ovvero autocertificazione contenente i dati anagrafici di ciascun componente;

2) autocertificazione che il figlio/i figli sono a totale ed esclusivo carico economico del richiedente e non vi sia obbligo altrui di mantenimento;

3) attestazione ISEE rilasciata nell’anno 2022

 

 

Foto di martaposemuckel da Pixabay

autore

Paola di Carlo

Architetta e madre di due bambini, per il sito Smallfamilies aps scrivo post riguardo viaggi, tempo libero, servizi e iniziative utili.

lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi