CULTURE E SOCIETÀ Libri Film Arte Video Notizie dall'Italia e dal mondo

Separarsi è un lusso

Laura Lombardi
scritto da Laura Lombardi

Separarsi è diventato un lusso per ormai la maggioranza delle persone. Per Vittorio Cigoli, che ha appena pubblicato il saggio Clinica del divorzio e della famiglia ricostruita (Il Mulino), «tornare single è un diritto acquisito ormai solo per chi ha redditi medio-alti, visto l’impoverimento crescente delle famiglie. Chi non si può permettere un affitto e le spese di mantenimento ha poca scelta».

Consigliamo in merito al separarsi la lettura dell’articolo di Laura Badaracchi su Donna moderna in cui si esamina con intelligenza e consapevolezza la condizione dei “conviventi forzati” una realtà sempre più frequente, sempre più preoccupante. A fronte di una crisi economica senza precedenti e di un sistema di welfare inesistente. Ma anche a fronte di una sempre crescente mancanza di coraggio nell’affrontare quello che viene definito come “divorzio psichico”, ossia l’attualizzazione di una vera separazione con conseguente necessità di doverne anche esternare le motivazioni.

Nell’articolo sono riportate le testimonianze di tre coppie (Milano, Roma, Catania) con situazioni molto differenti, ma “accomunate dalla difficoltà di conciliare la praticità quotidiana con un distacco che in ogni caso resta doloroso.”

autore

Laura Lombardi

Laura Lombardi

Scrittrice, con un passato televisivo. Coordinatrice dell’area culturale ed eventi. Madre separata di una figlia, sono curatrice, insieme con Raethia Corsini, del progetto smALLbooks. Per il sito scrivo per la sezione “Magazine” e “Diario d’Autori”. Condivido con Giuseppe Sparnacci il progetto “Riletture in chiave smallfamily”.

Sono nata nel 1962, scrivo e ho un’unica adorata figlia nata nell’anno 2000. Con Susanna Francalanci ho scritto alcuni libri per ragazzi pubblicati dall’editore Vallardi e il giallo Titoli di coda, per Eclissi editrice. Per parecchi anni ho lavorato come autrice televisiva, soprattutto in Rai, soprattutto con la vecchia RaiTre. Prima ancora c’era stato il periodo russo, quello in cui ho frequentato Mosca, l’Unione Sovietica e la lingua russa.Il canto, la ricerca attraverso il suono e la voce, il tai chi, sono gli strumenti privilegiati con cui mi oriento. Amo camminare, soprattutto nel silenzio denso di suoni dei boschi dell’Alta Valmarecchia, dove ho la fortuna di avere una casa che saltuariamente apro per ospitare incontri, corsi e altre iniziative: Croceviapieve. Vivo il progetto Smallfamilies come parte fondamentale del mio percorso evolutivo.

lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi