Libri Film Arte Video MAGAZINE

Storie ordinariamente straordinarie

Laura Lombardi
scritto da Laura Lombardi

Uno degli impegni di Smallfamilies è raccogliere storie, testimonianze di persone ordinariamente straordinarie. Lo facciamo nel nostro sito, lo facciamo con i libri della collana smALLbooks. Ci sentiamo quindi in grande sintonia con gli intenti del Teatro Verdi di Milano la cui programmazione per la stagione 2016/17 porta il titolo “occhiali da vicino”. Che ci dice subito della scelta precisa di proporre un cartellone con un focus su microstorie e microcosmi contemporanei. Sono infatti 15 spettacoli per 15 storie di “prossimità” in cui i temi delle famiglie e delle nuove genitorialità sono peraltro nodali.

Siamo andati a vedere Tropicana, lo spettacolo in scena in questi giorni, fino al 20 novembre. E vi suggeriamo di fare altrettanto, per di più ai soci Smallfamilies darà praticato lo sconto del 50 per cento sul prezzo del biglietto.

È una piccola storia di un comune abbandono (il marito-padre che se ne va di casa) detonatore di un dolore che custodisce il dramma.

Dramma che mantiene i suoi colori più crudi sebbene sia raccontato con i toni lievi, anche teneri, della commedia. E a tratti persino esilarante.

Il dolore è sia quello della moglie Lucia (Elena Callegari) che ha perso completamente il suo baricentro, sia quello della figlia Nina (Irene Lamponi) che dissimula una capacità di controllo della situazione in cui le incursioni quotidiane di Meda, cinica e triviale amica della madre (Cristina Cavalli) sono parte del finto equilibrio. Fino all’arrivo di Leo (Marco Rizzo), nuovo fidanzato di Nina, la cui presenza porta alla rottura dello schema relazionale delle tre donne e alla necessità di cercare una possibile nuova modalità. Modalità che sta nel provare a cercare una consapevolezza, a non fingere, a dirsi le cose, a dirsi che lui manca a entrambe, a dirsi che la rabbia di Dema cela una profonda solitudine.

Non c’è la morale, non c’è la soluzione, c’è soltanto il racconto di chi ha capito che è necessario accettarsi ed accettare gli altri. Racconto mai didascalico con dei tempi narrativi perfetti.

Tropicana è la canzoncina degli anni Ottanta, allora tormentone pubblicitario, che Nina sta imparando a suonare alla chitarra. La canzoncina è l’ideale controcanto, perché con la sua irritante melodia da spiaggia ci dice che c’è in atto una catastrofe, un uragano, mentre la tivù canta “bevila perché è tropicana je”.


Dall’8 al 20 novembre 2016 ore 20.30 – domenica 16.30 Teatro Verdi via Pastrengo 16 Milano

50% di SCONTO per i SOCI Smallfamilies®

10 euro anziché 20 euro + 1 euro di prevendita prenotare via mail a: promozione@teatrodelburatto.it tel. 02 27002476


Tropicana

di Irene Lamponi
con
Elena Callegari, Cristina Cavalli, Irene Lamponi e Marco Rizzo
regia
Andrea Collavino
assistente alla regia
Roxana Doran
produzione
Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse
drammaturgia
realizzata con il sostegno di CRISI – Teatro Valle Occupato

autore

Laura Lombardi

Laura Lombardi

Scrittrice, con un passato televisivo. Coordinatrice dell’area culturale ed eventi. Madre separata di una figlia, sono curatrice, insieme con Raethia Corsini, del progetto smALLbooks. Per il sito scrivo per la sezione “Magazine” e “Diario d’Autori”. Condivido con Giuseppe Sparnacci il progetto “Riletture in chiave smallfamily”.

lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi