Libri Film Arte Video

Genitori single o genitori unici?

scritto da Laura Lombardi

È tornato da qualche mese in libreria (luglio 2020) un manuale pubblicato in Francia nel 2010 e in Italia nel 2012. Il titolo originale, sempre rimasto tale in francese, è Genitore single – istruzioni per l’uso. In un post del 2013 ne abbiamo dato ampia descrizione.

Sempre per il gruppo editoriale Il Castello, ma pubblicato questa volta come Red edizioni – il manuale trova ora in italiano una nuova veste grafica e un titolo leggermente modificato: Genitori single – come crescere un bambino sereno anche da soli.

Ricco di esempi e consigli semplici e pratici per le più svariate occasioni, dalla routine quotidiana al Natale, dalla festa di compleanno al weekend, si è rivelato essere in questi anni uno dei manuali maggiormente apprezzati da chi vive la condizione di genitore single, tanto da essere ripubblicato, ma non sono sfuggite alla nostra attenzione anche alcune critiche.

Le critiche sono state avanzate da genitori convinti che il libro si rivolgesse a genitori single nel senso di  genitori “unici” e che non si sono riconosciuti quindi nella maggior parte degli esempi di vita vissuta proprio perché riguardanti prevalentemente storie di genitori che hanno alle spalle una separazione o un divorzio, ossia di chi vive una condizione di genitore “prevalente”, affidatario, o in caso opposto, di genitore a tempo determinato, per così dire, come succede per la maggior parte dei casi ai padri.

Su questo argomento e sull’uso dei termini solo, unico, mono, single etc bisognerebbe in effetti essere più precisi e provare a continuare a cercare e proporre dei veri distinguo.

Un tentativo come questo di trattare tutti i possibili risvolti della singlitudine genitoriale finisce infatti per accontentare molti ma anche per deludere parecchi.

autore

Laura Lombardi

Scrittrice, con un passato televisivo. Coordinatrice dell’area culturale ed eventi. Madre separata di una figlia, sono curatrice, insieme con Raethia Corsini, del progetto smALLbooks. Per il sito scrivo per la sezione “Magazine” e “Diario d’Autori”. Condivido con Giuseppe Sparnacci il progetto “Riletture in chiave smallfamily”.

Sono nata nel 1962, scrivo e ho un’unica adorata figlia nata nell’anno 2000. Con Susanna Francalanci ho scritto alcuni libri per ragazzi pubblicati dall’editore Vallardi e il giallo Titoli di coda, per Eclissi editrice. Per parecchi anni ho lavorato come autrice televisiva, soprattutto in Rai, soprattutto con la vecchia RaiTre. Prima ancora c’era stato il periodo russo, quello in cui ho frequentato Mosca, l’Unione Sovietica e la lingua russa.Il canto, la ricerca attraverso il suono e la voce, il tai chi, sono gli strumenti privilegiati con cui mi oriento. Amo camminare, soprattutto nel silenzio denso di suoni dei boschi dell’Alta Valmarecchia, dove ho la fortuna di avere una casa che saltuariamente apro per ospitare incontri, corsi e altre iniziative: Croceviapieve. Vivo il progetto Smallfamilies come parte fondamentale del mio percorso evolutivo.

lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi