POLICY

Bonus per genitori soli fra le novità del SIA 2017

Paola di Carlo
scritto da Paola di Carlo

Il SIA (Sostegno per l’inclusione attiva) è attivo dal settembre 2016, quale misura-ponte in attesa dei decreti attuativi del REI (Reddito d’Inclusione), con l’accoglimento di 80mila domande.

Con decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 aprile 2017, il Governo ha revisionato i criteri ampliando la potenziale platea di beneficiari e introducendo alcune interessanti novità, prima fra tutte un bonus per genitori soli: previsti 80 euro in più al mese per i nuclei familiari composti da genitori soli con figli minorenni a carico.

Cos’è il SIA?

Il SIA consiste in un sostegno economico elargito dallo stato a favore delle famiglie in stato di povertà assoluta sulla base del numero di componenti di un nucleo familiare.

Il sostegno economico verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità.

L’aiuto economico si inserisce in una più ampia strategia finalizzata al superamento della condizione di povertà, al reinserimento nel lavoro e all’inclusione sociale, infatti il sussidio è subordinato a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

Come si accede al SIA 2017?

Possono accedere al SIA 2017 le famiglie con le seguenti caratteristiche:

  • reddito ISEE fino a 3.000 euro
  • presenza di almeno un minore, un disabile o figlio in arrivo
  • cittadinanza italiana o residenza da almeno 2 anni

I requisiti di accesso al SIA 2017 vedono alcune novità che dovrebbero allargare i benefici ad una fetta di beneficiari ben più ampia (400mila nuclei familiari contro gli 80mila attuali beneficiari del sostegno):

  • la revisione della valutazione multidimensionale del bisogno. La soglia di accesso è stata abbassata da 45 a 25 punti. Sul decreto viene inoltre specificato che l’INPS ricontatterà i richiedenti 2016 ai quali sia stata rifiutata la domanda del SIA in mancanza del punteggio minimo previsto finora.
  • Il tetto massimo dell’importo mensile passa a 900 euro: finora il tetto era di 400 euro, massimo 600 euro per eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale. Con il decreto 2017 il tetto diventa di 900 euro mensili nei casi in cui nel nucleo familiare vi sia una persona non autosufficiente.
  • Bonus di 80 euro in più al mese per i nuclei familiari composti da genitori soli con figli minorenni a carico.
  • l’attestazione di disoccupazione non verrà richiesta ai componenti della famiglia che sono sì in età attiva, ma non autosufficienti, non inabili al lavoro o studenti.

autore

Paola di Carlo

Paola di Carlo

Architetta e madre di due bambini, per il sito Smallfamilies® scrivo post riguardo viaggi, tempo libero, servizi e iniziative utili.

lascia un commento